30 Novembre 2020

BM – Città di Castello comincia in trasferta dopo lo slittamento delle prime due giornate

E’ della serata di ieri una nota della Federazione Italiana Pallavolo che recita testualmente:”La Federazione Italiana Pallavolo, sulla base dell’ultimo DPCM emanato in data 18 ottobre, in considerazione delle varie ordinanze regionali vigenti e del monitoraggio delle problematiche evidenziate in queste ore dalle società partecipanti ai Campionati Nazionali, ha deciso di posticipare la partenza della Serie B. Le prime due giornate sono rinviate d’ufficio a data da destinarsi e il campionato partirà quindi dalla terza giornata prevista nel week end del 21 e 22 novembre. Resta invariata la finestra temporale del tempo zero programmata dal 19 al 30 ottobre per l’esecuzione del test sierologico o del tampone rapido. La Federazione continuerà a monitorare la situazione e darà tempestive informazioni e aggiornamenti ai propri affiliati”.
Perciò l’inizio della stagione vera e propria per la Job Italia Città di Castello non sarà domenica 8 novembre contro l’EdottoRossi Foligno e nemmeno la settimana successiva a Bellaria ma contro La Nef Osimo il 22 novembre alle 17,30. E’ altresì chiaro che la frase finale del comunicato federale lascia aperte le porte a molteplici ipotesi, nel caso in cui ci fossero delle decisioni ulteriori da parte del governo sugli sport a causa della recrudescenza della pandemia. Il direttore sportivo tifernate, Antonello Cardellini, commenta così la notizia: ”Non capisco la ragione del rinvio delle prime due giornate: avrebbe avuto maggior senso cominciare direttamente dal 22 novembre ma ormai la decisione è presa. Noi ci alleniamo con grande scrupolo fin dai primi giorni di settembre, la prossima settimana eseguiremo tutti, squadra e dirigenti, il test sierologico previsto prima dell’inizio del campionato poi attenderemo le decisioni federali”.

Marco Bartolini, allenatore della Job Italia, si sofferma invece sul buon esito, non solo a li.

“Ho visto una buona reazione rispetto all’amichevole di sette giorni prima sempre contro il sestetto di Restani, nella quale non c’eravamo espressi al meglio. Ci sono state delle risposte positive a livello di gioco ed anche di coralità di squadra, con dei meccanismi però ancora da oliare. Cipriani ha dato solidità all’attacco e se l’è cavata bene anche in seconda linea dove ho alternato i due liberi che si sono ben comportati. Zangarelli è stato importante a muro come anche i due veterani, Franceschini e Fuganti Pedoni, hanno raggiunto una buona intesa con Ramberti che ha ben tenuto in mano le redini della squadra. Abbiamo ovviamente dei margini di miglioramento che cercheremo di esplorare da qui all’inizio del campionato”.  

Comunicato Città di Castello Pallavolo