24 Ottobre 2020

COGR Comunicato n. 04 2020-21 – Chiarimenti su protocolli sanitari

In vista della ripartenza dei Campionati Regionali con la Coppa Umbria “Domenico Guiducci” colgo l’occasioneper precisare alcune cose che riguardano i protocolli sanitari relativi alle gare, anche se un vero e proprio
“vademecum” vi verrà inviato nei prossimi giorni dopo aver valutato le eventuali modifiche che potrebbero essere apportate con l’uscita del nuovo DPCM.
GRUPPO SQUADRA: Per Gruppo Squadra si intendono tutti coloro che operano a stretto contatto fra di loro:
gli atleti, gli allenatori, il preparatore atletico, i fisioterapisti, altri componenti dello staff (scoutman, Covid Manager, addetto stampa…) e il medico sociale.
Quindi nel Gruppo Squadra non sono considerati solo i tesserati presenti nel Camp 3 ma anche gli altri tesserati presenti alla gara, nello svolgimento delle loro funzioni.
NUMERO MASSIMO DI PERSONE AMMESSE NEL PALAZZETTO: Il numero massimo di persone ammesse nel palazzetto è di 80 PERSONE. Questo non vuol dire che fino a questo numero può esserci presenza di pubblico in quanto tutte le gare devono disputarsi rigorosamente a PORTE CHIUSE.
Gli 80 posti disponibili sono assegnati come indicato nell’allegato 1 del Protocollo per lo svolgimento dei Campionati di Pallavolo di Serie (dalla C in giù) e di Categoria:
A – n.50 ai due Gruppi Squadra (Max 25 ciascuno)
B – n.3 agli Ufficiali di Gara (1° arbitro – 2° arbitro – Segnapunti)
C – n.12 agli addetti all’impianto (vedi specifica nell’allegato)
D – n.15 agli altri soggetti come da allegato già citato
Si ricorda che questi sono i numeri massimi e che, soprattutto in questa fase, si consiglia di limitare al minimo indispensabile le presenze all’interno degli impianti di gara.
Come accade nelle gare di alto livello, potrebbe essere un suggerimento utile munire tutti i partecipanti ammessi all’impianto (atleti esclusi) di un badge non nominativo consegnato dal Covid Manager una volte esplicate le procedure di accesso (misurazione febbre, consegna autocertificazione… ecc), in modo tale da visualizzare in maniera chiara ed inequivocabile le persone autorizzate e quelle no.
DICHIARAZIONE DI AVVENUTA SANIFICAZIONE: la dichiarazione di avvenuta sanificazione dei locali, prevista nell’Allegato 5 del Protocollo, non deve essere accompagnata da nessuna ricevuta e/o dichiarazione di ditta
specializzata in operazioni di sanificazione. Si tratta solo di una dichiarazione del Presidente e Legale Rappresentante della Società di casa che afferma che tutte le procedure di sanificazione all’interno dell’impianto sono state effettuate.

Daniele Pecetti
COGR Fipav Umbria

COGR Comunicato n. 04 2020-21