23 Novembre 2020

Presidente Giuseppe Lomurno scrive ai Sindaci dell’Umbria

Ai Signori Sindaci dei Comuni

della Regione Umbria

Loro sedi

Perugia, li 28 ottobre 2020

Oggetto: utilizzo delle palestre scolastiche

Il Presidente Regionale Fipav Umbria e Commissario Straordinario dei Comitati Territoriali Fipav Umbria 1 e Fipav Umbria 2 – Giuseppe Lomurno – scrive ai Signori Sindaci dell’Umbria.

Gentile Sindaco,

in questo periodo complicato della nostra terra mi permetto di segnalare alcune discrepanze di interpretazione alla luce del DPCM del 24 ottobre.

Mi permetto di riportare alcuni chiarimenti, in continua evoluzione, che dovrebbero agevolare l’attività dei nostri tesserati.

Viene negato, in alcune realtà, l’utilizzo di strutture scolastiche con non meglio precisati motivi.

Riportiamo di seguito le norme e le interpretazioni ad oggi operative, convinti che possano essere di aiuto e possano sbloccare gli spazi utili al diritto fondamentale di praticare attività motoria di interesse nazionale. La Federazione Italiana Pallavolo, adottando i protocolli poi approvati dal Ministero della Salute, osserva con scrupolosità tutte le norme in esso contenute per la riduzione dei contagi da Covid-19.

Ricordiamo altresì che per la FIPAV i campionati di interesse nazionale possono proseguire la propria attività senza interruzioni di alcun tipo.

Di seguito riportiamo le norme e le note attualmente in vigore.

Convinto di aver dato un contributo di chiarezza saluto cordialmente.

Giuseppe Lomurno

Presidente Fipav Umbria

Commissario Straordinario CT Fipav Umbria 1

Commissario Straordinario CT Fipav Umbria 2

Chiarimenti sul DPCM del 24 ottobre 2020 in relazione alla attività sportiva dilettantistica di PALLAVOLO, note federali  FIPAV e FAQ del Ministero dello Sport sul decreto, in merito all’utilizzo delle palestre ivi comprese quelle scolastiche.

Tale documento si propone di chiarire cosa sia possibile fare e in quali strutture svolgere la nostra disciplina sportiva della Pallavolo, come ASD regolarmente affiliata alla Federazione Italiana Pallavolo (FIPAV), in completa osservanza dei Decreti nazionali dei vari ministeri, delle ordinanze regionale e dei protocolli FIPAV.

Nel  DPCM del 24 ottobre 2020 in merito allo sport e all’utilizzo di palestre si legge:

9-e) sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive degli sport individuali e di squadra, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; restano consentiti soltanto gli eventi e le competizioni sportive, riconosciuti di interesse nazionale, nei settori professionistici e dilettantistici, dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato italiano paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva; le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra partecipanti alle competizioni di cui alla presente lettera sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva;

9-g) fatto salvo quanto previsto alla lettera e) in ordine agli eventi e alle competizioni sportive di interesse nazionale, lo svolgimento degli sport di contatto, come individuati con provvedimento del Ministro per le politiche giovanili e lo sport, è sospeso; sono altresì sospese l’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto nonché tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto, anche se aventi carattere ludico-amatoriale;

Per quanto concerne la Federazione Italiana Pallavolo e quindi il nostro settore, la “Nota federale del 26 ottobre 2020” chiarisce:

La Federazione Italiana Pallavolo, in base all’articolo 1 del nuovo DPCM emanato il 24 ottobre in base al quale… restano consentiti soltanto gli eventi e le competizioni sportive, riconosciuti di interesse nazionale… e con riferimento all’articolo 1 del regolamento gare) già citato e reso noto in occasione della nota stampa diramata in data 19 ottobre ha stabilito che l’attività sportiva riguardante i Campionati di interesse Nazionale (Serie A, B, C e di categoria Under 13, 15, 17, 19) proseguirà. Tale attività, comprendente gare e allenamenti, sarà consentita, ovviamente, nel totale rispetto dei protocolli federali fin qui emanati.

Per quanto riguarda l’utilizzo delle palestre ivi comprese quelle scolastiche, sempre nel DPCM del 24 ottobre 2020 è specificato:

9-f) sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, […];

Questa sarebbe di fatto una contraddizione con quanto espresso negli altri due punti del DPCM. Infatti il Ministero dello Sport, nelle FAQ al DPCM del 24 ottobre 2020, ha chiarito la questione per non lasciare spazio ad interpretazioni:

4. Cosa si intende per palestra?

Con il termine “palestra” si intende qualunque locale attrezzato per praticare sport al chiuso, sia individuali che di squadra.

17. Le palestre scolastiche possono continuare la loro attività?

Le attività curriculare svolta in orario scolastico nelle palestre scolastiche viene regolamentata dal Ministero dell’Istruzione.

Le attività organizzate da ASD/SSD in orario extrascolastico nelle palestre scolastiche sono assimilate invece a quelle realizzate in qualunque altra palestra e rientrano, pertanto, nella disposizione di sospensione di cui alla lettera f del comma 9 art.1 dpcm 24 ottobre 2020.

Le palestre scolastiche potranno ospitare, a porte chiuse e nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni Sportive Nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva, le sessioni di allenamento e le competizioni degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra partecipanti alle competizioni di interesse nazionale, nei settori professionistici e dilettantistici, specificati all’art. 1, comma 9, lettera e).

Inoltre, le palestre scolastiche potranno mettere a disposizione eventuali spazi attrezzati all’aperto per le attività che il DPCM consente di svolgere all’aperto, fermo restando il rispetto del distanziamento e senza alcun assembramento.

Quello che risulta quindi dalle disposizioni e dai chiarimenti contenuti in tutti e tre i documenti è che le palestre, scolastiche o meno, possono essere messe a disposizione delle società, anche dilettantistiche, regolarmente affiliate alla FIPAV, solo ed esclusivamente per allenamenti e partite (entrambi comunque a porte chiuse) di interesse nazionale, che la FIPAV ha chiaramente identificato anche con le categorie: Serie A, B, C e di categoria Under 13, 15, 17, 19)

Riferimenti:

DPCM del 24 ottobre 2020

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/10/25/20A05861/sg

Federvolley: Nota federale del 26 ottobre 2020

https://www.federvolley.it/news/nota-federale-del-26-ottobre-2020

Ministero dello Sport: FAQ al DPCM del 24 ottobre

http://www.sport.governo.it/it/emergenza-covid-19/faq-al-dpcm-del-24-ottobre-2020/

Lettera aperta Presidente Lomurno